Home Cocktail Volare, il cocktail del bartender Jessy Santin

Volare, il cocktail del bartender Jessy Santin

 

Jessy Santin, bartender e formatore della scuola Fiba academy, presenta in esclusiva ad ApeTime il suo cocktail “Volare”.

Jessy Santin ha 25 anni, è nato a Melbourne, attualmente vive e lavora in Friuli, vicino a Pordenone. È maestro della FIBA, la Formazione Italiana Bar Academy, per la quale tiene i corsi di Homemade e Handmade CocktailDesign.

Così Jessy Santin introduce il proprio cocktail: “Chiudi gli occhi, stacca l’anima dal corpo e portala al cuore, respira, ora inizia a sognare: Che forma ha il tuo sogno? Riesci a sentire qualcosa? Quali suoni riesci a percepire? Dove sei, dove ti trovi? Qual è la cosa più grande che riesci a  visualizzare, che vuoi più che mai? Non è così lontano, vero? Ora quello che chiedo è di rompere i modelli e andare oltre gli ostacoli, siamo i creatori del futuro! Il nome del drink è: VOLAARE!! Quale canzone ti ricorda? Sapevo che l’avresti iniziata a cantare! Ora, se ti dicessi che questa parola, oltre che ad avere un suono, può anche avere un gusto? E cosa succede se ti dicessi che potrebbe avere una consistenza, un colore, un profumo, non sarebbe fantastico? E un sogno o una realtà?”

Jessy Santin e il cocktail Volare

INGREDIENTI DEL COCKTAIL VOLARE

30ml Tomato Shrub
45ml Celery distillate
Top Black tea Soda Homemade
Umami foam: aria di caffè e shiitake

PREPARAZIONE DEL COCKTAIL

“In build, ovvero direttamente sul bicchiere da servizio: versare tutti gli ingredienti nel bicchiere prodotto con le stampanti 3D, fatto con materiali ecosostenibili per combattere contro gli inquinamenti, dando anche così un messaggio di rispetto e pulizia del mondo in cui viviamo.

Il tutto a completare con del ghiaccio secco aromatizzata ai sentori che ricordano l’ oceano, posizionato sotto ad un giardino sempre verde. – spiega Jessy – Il tutto ha una visione futura, dove il bicchiere utilizzato per il servizio fluttua in aria, dando una sensazione di libertà: FREEDOM!!”

“Per quanto riguarda la preparazione degli homemade: per il Tomato Shrub prendere 150g di sciroppo di pomodoro Homemade, aggiungerci 5g di aceto di vino bianco e 30g di succo di limone fresco. Frullare, imbottigliare ed etichettare.

Per il Celery distillate: mettere in infusione del sedano assieme ad una buona vodka, sotto vuoto, procedere quindi con una cottura in sous vide a 40gradi per un oretta, filtrare il tutto, imbottigliare ed etichettare.

Per il Black tea Soda Homemade: mettere in infusione del te nero con del acqua, aggiungerci una punta di sciroppo di zucchero per amplificare i sapori, filtrare il tutto bene, inserire il preparato all’interno di un twist’n sparkle creando così un soldato al te nero.

Per l’Umamy Foam: fare un’infusione sempre sottovuoto in sous vide quindi a temperatura controllata con 100g di cold brew coffee, 5g di funghi shiitake disitratati, e 50g di vodka, a 40 gradi per un oretta. Filtrare il tutto.

Tengo a precisare che gli Homemade sono stati svolti a seconda del gusto e le tecniche del prodotto finale che volevamo ottenere.

Questo drink vuole andare oltre le frontiere delle classiche bevande, con un tocco Umami, rispettando l’ambiente in cui viviamo e con un pizzico di Design che suscita il famoso effetto Wow.

Vi invito a seguirci nei social di Fiba academy per avere tutte le novità. Ne vedrete delle belle! A breve avremmo molte cose da dirvi: una nuova realtà sta per arrivare, restate connessi! Un ringraziamento ad ApeTime per il supporto e i lavori, e alla famiglia Fiba academy: David Sanchis, Claudio Nardin e Mirko Ciman che mi supportano dal giorno zero. Stay Fiba.

Questa è la verità! Take it easy”.

Enrico Gotti
Editor ApeTime, giornalista, appassionato di videomaking e di cultura gastronomica.

Seguici sui social

26,110FansMi piace
33,684FollowerSegui
117IscrittiIscriviti

SCARICA L'APP APETIME