Home Eventi Roma Bar Show: l'evento in 10 cocktail

Roma Bar Show: l’evento in 10 cocktail

 

Il Roma Bar Show, alla prima edizione, è una novità assoluta, e punta a diventare il più importante  evento di beverage in Italia. Si terrà lunedì 23 e martedì 24 settembre 2019, presso il Palazzo dei Congressi dell’EUR (Piazza John Kennedy, 1) dalle ore 10 alle ore 21.

Per l’occasione, ecco 10 cocktail che saranno presentati durante l’evento.

1) DARK N’ STORMY

INGREDIENTI:

2 oz Gosling’s Black Seal Rum
6 oz di Gosling’s Stormy Ginger Beer
una scorza di lime per guarnire

STORIA DEL DRINK COPERTO DA COPYRIGHT!
119 anni di storia e un drink nazionale, ovvero Gosling Black Seal Rum. Il rum più bevuto delle Bermuda si presenta con un drink che solo lui può fare: il
Dark ‘n Stormy. Ebbene si un drink coperto da copyright, un caso raro al mondo, un drink eccezionale che esprime tutto il carattere e il sapore delle spiagge e dei mari delle Bermuda. Dopo aver imbottigliato la prima bottiglia di Gosling Black Seal Rum nel 1900, la famiglia Gosling nel 1991 registra il Dark ‘N Stormy, un drink di propria invenzione che mixa due semplici ingredienti: il Gosling Black Seal Rum e la Gosling Stormy Ginger Beer con l’aggiunta di una scorza di lime per guarnire. Una ricetta tanto semplice quanto potente, fresca e dissetante, propria quello che ci vuole nelle calde notti di un’isola in mezzo all’oceano Atlantico. Il prossimo 22 settembre, come anticipazione del Roma Bar Show, alle ore 18:30 presso il The Court di Roma (Via Labicana, 125), evento Goslings e Martini con serata Cocktail TiKI alla presenza del proprietario, Malcolm Gosling.

 

2) THE QUINCESSENTIAL GIN & TONIC

INGREDIENTI:

Ghiaccio a colmare il bicchiere Highball
40 ml Ramsbury Gin
160 ml tonica Peter Spanton’s n°9 al Cardamomo
3 fette di mela cotogna (Quince)
2 fette sottili di lime

RIVISITAZIONE DEL GIN& TONIC CON UN NUOVO GIN INGLESE PER RINALDI 1957 AL ROMA BAR SHOW

Un gin, Ramsbury, che sarà protagonista dello stand di Rinaldi 1957 alla prima edizione del Roma Bar Show. I principali ingredienti di questo Single Estate Gin sono coltivati in Inghilterra, nelle Tenute Ramsbury, che dominano le lussureggianti colline del Wiltshire, tra Londra e Cardiff. Il limpido e incontaminato fiume Kennet dona l’acqua che viene usata in distilleria e per la crescita di piante e l’allevamento di animali da fattoria. Al processo che realizza l’alcol puro dalla pregiata varietà di grano Horatio (utilizzato per l’alta pasticceria), si aggiungono altre fasi produttive con 9 componenti botaniche: ginepro, mela cotogna, coriandolo, angelica, radice dell’Iris (Giaggiolo), liquirizia, limone, arancia e cannella. Queste sono distillate insieme con alambicco tradizionale per gin in rame. Alla degustazione il ginepro si infonde delicatamente con i sentori erbacei e fruttati della mela cotogna. Note leggere di agrumi equilibrate da quelle legnose dell’Angelica e da quelle speziate della cannella, creano un aroma equilibrato e complesso.

3) K-FRUIT MULE ALLA FRAGOLA

INGREDIENTI:

2 cl Keglevich Fragola
2 cl Keglevich Dry
1 cl succo di lime e basilico pestato
Top di ginger beer
Guarnizione di basilico

RIVISITAZIONE DEL MOSCOW MULE

La ricetta del K-Fruit Mule di Keglevich, rivisitazione del classico e amatissimo Moscow Mule a base di vodka alla frutta realizzato in collaborazione con un prestigioso pool di bartender. La Vodka alla Frutta, fa il suo debutto come protagonista, rivelando la sua versatilità e interpretando le nuove frontiere della mixology. Sono in totale dieci le ricette di K- Fruite Mule, con personalità differenti che sanno sorprendere, intrigare e stupire, rispondendo ai gusti del consumatore e ai trend del momento. Le più richieste: mela verde e cannella e fragola

4) TONICA ROVERE “GIN&TONIC”

INGREDIENTI:

Tonica con essenza di legno di rovere Bibite Sanpellegrino

Ghiaccio a cubetti

Zest di limone e rosmarino

4cl di Gin

PREPARAZIONE

In un bicchiere tumbler basso aggiungere il ghiaccio a cubetti e versare il gin e la Tonica Sanpellegrino con essenza di legno di rovere. Amalgamare delicatamente con un barspoon e decorare con un rametto di rosmarino e scorza di limone.

5) SUPER DRY

INGREDIENTI:

Carpano Select 1920 Fino Sherry
Top di Asahi Super Dry Beer

LA BIRRA GIAPPONESE AL ROMA BAR SHOW
Asahi Super Dry, birra ufficiale del Roma Bar Show, darà la possibilità di vivere due speciali experience: dalle ore 12.00 di lunedì 23 settembre si terrà la masterclass “Discover Karakuchi” di Patrick Pistolesi, occasione per scoprire il gusto “Karakuchi” nella mixology e i suoi tre cocktail con la Asahi Super Dry. Il secondo appuntamento è per le 18.00, sempre del 23 settembre con l’aperitivo offerto da Asahi Super Dry sulla terrazza del Palazzo dei Congressi con la dj Hiroko Meister, e la possibilità di degustare i tre cocktail di Patrick Pistolesi. Questa birra a bassa fermentazione che utilizza lieviti esclusivi, accuratamente selezionati e preservati nella banca lieviti di Asahi Breweries a Tokyo, si presenta dall’aroma unico e dal sapore secco e rinfrescante. L’utilizzo del riso e di altri succedanei le conferisce un gusto sofisticato che pulisce il palato sorso dopo sorso, mentre i luppoli di qualità superiore, donano a questa birra il suo elegante tocco di amaro, mai persistente.

6) Coldstream Guards Punch

INGREDIENTI:

45 ml Beefeater London Garden
6 gr Lemon Oleoo Saccharum
25 ml Fresh Citrus
30 ml Acqua di Orange Pekoe Tea

Realizzato con tecnica build e servito in tazza da te con ghiaccio, un drink bilanciato, molto British, ideale per un fine pasto, un dessert o alle 5 O’clock. Il tè non si beve solo alle 17:00. Un cocktail da servire rigorosamente in tazza di ceramica!

7) GIARDINO DEI FIORI

Signature cocktail realizzato per Giardini d’Amore da Flavio Giamporcaro, barman del Mazzini 30 Taverna di Palermo

INGREDIENTI:

3,5 cl Liquore di limone Giardini d’Amore

2,5 cl Liquore di finocchietto selvatico Giardini d’Amore

1,5 cl succo di limone

2,5 cl succo di pompelmo rosa

1,5 cl sciroppo di zagara

Essenza di zagara

IL DRINK

Giardino dei fiori é un drink dedicato ai profumi e ai colori di Palermo, nominata Capitale Italiana della Cultura 2018, e mix di culture grazie alle varie dominazioni del passato, ognuna diversamente affascinante. Culture che si respirano nei numerosi mercati storici, negli eleganti monumenti e nel caratteristico street food. Questo drink, che verrà presentato in anteprima alla prima edizione del Roma Bar Show, dal profumo floreale e dal sapore deciso e ineguagliabile, trova il suo perfetto connubio con il paninetto della Taverna, rivisitazione del noto pane e panelle palermitano realizzato in chiave gourmet dal Mazzini 30 Taverna.

8) NEGRONI RAMSBURY

INGREDIENTI:

3cl Ramsbury Single Estate Gin
3cl OSCAR.697 Vermouth Rosso
3cl bitter italiano
Scorzetta d’arancia

PREPARAZIONE
Versare del ghiaccio in un tumbler basso, raffreddarlo e scolare l’acqua, quindi versare tutti gli ingredienti e mescolare con un barspoon. Guarnire con una scorzetta di arancia.

GIN RAMSBURY PROTAGONISTA DEL NEGRONI PER RINALDI 1957 AL ROMA BAR SHOW

Un omaggio ai 100 anni del Negroni, con il gin Ramsbury.

9) K-FRUIT MULE ALLA MELA

INGREDIENTI:

4 cl Keglevich Mela Verde
1 cl succo di lime
Polvere di cannella qb
Top di ginger beer
Garnish di cannella e mela

Una rivisitazione del Moscow Mule, questa volta con la Vodka Keglevich alla Mela Verde.

 

10) TONICA AGRUMI “VODKA&TONIC”

INGREDIENTI:

Tonica con sentore di agrumi Bibite Sanpellegrino
Ghiaccio a cubetti
Zest di limone e bacche di ginepro
4cl di Vodka

PREPARAZIONE

In un bicchiere tumbler basso aggiungere il ghiaccio a cubetti e versare la vodka e la Tonica Sanpellegrino con sentore di agrumi. Amalgamare delicatamente con un barspoon e decorare con scorza di limone e bacche di ginepro.

ROMA BAR SHOW

È tutto pronto per l’evento internazionale dedicato interamente al mondo del beverage. Masterclass, talk e conferenze, eventi collaterali e un fuori salone dedicati al trade e al consumer, gli stand delle principali aziende e di quelle più indipendenti del settore, il food pairing e lo street food, il caffè, ma soprattutto liquori, vini, spiriti, birra, distillati, i migliori bartender e i loro cocktail, per un evento che coinvolgerà l’intera città di Roma. Professionisti del settore e ospiti internazionali interverranno per condividere le proprie esperienze e conoscenze su trend e novità del settore.

Il programma completo e la prevendita dei biglietti al link ufficiale www.romabarshow.com

Nella sua prima edizione Roma Bar Show celebrerà il Centenario del Negroni, declinato nelle interpretazioni di rappresentativi bartender italiani. Tra le aree tematiche, il Mexico Village, che con i distillati di agave racconterà le tradizioni legate a questa terra, grazie a un cocktail bar in stile messicano con guest bartender di diverse realtà del panorama internazionale; la Gin Area, grazie alla collaborazione con IlGin.it coinvolgerà i produttori di Gin italiani e internazionali; la suggestiva Terrazza del Palazzo dei Congressi con il suo splendido belvedere che abbraccia l’intera città di Roma celebrerà l’aperitivo italiano con una serie di eventi. Tra questi, l’aperitivo firmato e offerto da Asahi Super Dry, birra ufficiale del Roma Bar Show, organizzato per le ore 18.00 del 23 settembre. Per questa occasione la terrazza si colorerà dei cocktail di Patrick Pistolesi a base di birra Asahi Super Dry e si muoverà al suono della dj giapponese Hiroko Meister. Tra le iniziative in programma, la finale italiana di “The Vero Bartender”, cocktail competition targata Montenegro che si svolgerà domenica 22 settembre, ma anche l’arrivo di “La Classica 2019” evento ciclistico promosso da Martini Racing, che quest’anno vedrà la sua conclusione a Roma Bar Show coinvolgendo bartender ciclisti provenienti da tutto il mondo.

Novità appena annunciata dall’organizzazione sarà RBS Academy, una serie di laboratori tenuti da alcuni dei più importanti esponenti del bartending italiano e internazionale. Verrà esplorata la creatività e l’eccentricità londinese, il tocco italiano che ha conquistato il mondo intero, la storia e la tradizione che si miscelano con l’innovazione, come la scienza applicata alla miscelazione possa creare drink rivoluzionari. Tra i protagonisti attesi, Antonio Parlapiano del The Jerry Thomas Speakeasy di Roma che spiegherà tecniche e segreti di 10 drink iconici, ma anche Filippo Sisti che racconterà la “Sinergia tra Bar e Cucina, conoscenza e logica nella miscelazione di Talea Cocktail Bar” di Milano, Flavio Angiolillo, al centro del “Giro del Mondo seduto al bancone di Iter” e ancora Simone Caporale, Remy Savage, Gabriele Manfredi, Tony Pescatori e tanti altri. Tra gli speaker dei seminari annunciati, che si terranno nell’Auditorium Capitalis (800 posti a sedere) del Palazzo dei Congressi, spiccano le presenze di Pietro Collina del Nomad Bar di New York, di Davide Segat e Daniele Liberati dell’Edition Bar di Londra, di Patrick Pistolesi e Alexander Frezza, ma anche il racconto Classics Innovation curato dal team del Savoy American Bar di Londra, supportato da Ron Diplomatico, Desmond Payne e Anistatia Miller per Gin Gin Gin realizzato in collaborazione con Beefeater Gin.

Le masterclass prevedono focus sulle eccellenze italiane, dal Vermouth di Torino Superiore Gamondi al metodo Vecchia Romagna e la Riserva Tre Botti, dai rosoli di Giardini D’Amore all’Anice Secco Varnelli. Tra le novità presentate, quelle di Rinaldi 1957 con il suo Amaro Venti e il whisky irlandese Teeling Pot Still. Non mancherà il food, con oltre dieci proposte curate da Agrodolce, che ha selezionato diverse realtà della cucina nostrana che saranno protagoniste con una serie di food truck. Spazio quindi a Pizza e Mortazza, Supplizio, Gricia Road, Olive Ascolane Migliori, ma anche la cucina messicana di La Punta Expendio di Agave e Coffee Pot sino alle polpette di Pret-à-Polpett.

Tra gli altri ospiti Ken Lindsay, Brand Ambassador di Chivas Regal, Nicola Risk, European Ambassador per The Macallan. Jim Meehan, bartender di fama internazionale e autore di diversi libri sul mondo della mixology, in collaborazione con la casa editrice Readrink, presenterà il suo nuovo libro “Meehan’s Bartender Manual”. 

Roma Bar Show prevede anche un Fuori Salone che vedrà protagonista tutta la città a partire da domenica 22 settembre, con il coinvolgimento di tanti locali e guest internazionali che si alterneranno dietro i banconi di Jerry Thomas Speakeasy, La Punta Expendio de Agave, Freni e Frizioni, Hotel Locarno, Drink Kong, Aquaroof Terrazza Molinari del First Hotel, Argot, Club Derrière, Banana Republic, Baccano, Metropolita, Chorus Cafè e tanti altri.

 

Il progetto Roma Bar Show – spiegano gli organizzatori – nasce dall’esigenza del trade, delle aziende e degli addetti ai lavori, di ritrovarsi e confrontarsi in un evento italiano di profilo internazionale con lo scopo di elevare le attività della spirit industry e della mixology in Italia. Fin da questa prima edizione, la manifestazione ha l’obiettivo di divenire la fiera leader in Italia dedicata al mondo del bar, del beverage e dell’accoglienza”.

La due giorni è promossa e organizzata da RIBS SRL di Andrea Fofi, Fabio Bacchi, Leonardo Leuci e The Jerry Thomas Project e Giuseppe Gallo. La partnership di Acqua San Pellegrino garantirà ai visitatori acqua per tutta la manifestazione, altri importanti sponsor e partner sono Radio Globo, Banca Sella, Organics di Red Bull, Ghiaccio Facile, Birra Asahi, Pratesi Hotel Division, Bernabei, Zero, Bartales, Agrodolce, BlueBlazer, ilGin.it. L’APP “Tu Drink”, integrata per la manifestazione consentirà ai visitatori di orientarsi tra spazi espositivi, eventi e attività fuori salone.

Per maggiori informazioni
info@romabarshow.com
www.romabarshow.com
www.instagram.com/romabarshow

www.facebook.com/romabarshow/

Enrico Gotti
Editor ApeTime, giornalista, appassionato di videomaking e di cultura gastronomica.

Seguici sui social

26,094FansMi piace
33,684FollowerSegui
117IscrittiIscriviti

SCARICA L'APP APETIME