Home Bar Nuda e Cruda, Milano. Ecco com’è il nuovo tartare cocktail bar meneghino

Nuda e Cruda, Milano. Ecco com’è il nuovo tartare cocktail bar meneghino

Si chiama Nuda e Cruda ed è un tartare cocktail bar. Una proposta originale per Milano, un concept che cavalca la tendenza del crudismo. L’offerta food si concentra infatti su 12 tra tartare e carpaccio a base di cervo, manzo, vitello, renna, kobe … Abbiamo provato e trovato eccellente il carpaccio di manzo di Pozza. Quanto alla cocktail list del locale appena aperto davanti all’Arena, è realizzata dal bar manager Lorenzo Allegrini (anche socio di Nuda e Cruda) e dedicata al The Greatest Showman, un musical del 2017 diretto da Michael Gracey.

Nuda e Cruda, proposta food and wine

Leit motiv dei dodici signature di Nuda e Cruda (dai 12 ai 18 euro), tra cui The Other Side (Ketel One Vodka, takeis mango e basilico, zucchero, lime e bitter vaniglia); A Million Dream (Villa Scenti Gin, cetriolo, sciroppo di sambuco, limone, Deutz Champagne e fragranza di menta) e The Bearbed Lady (Templeton Rye Whiskey, sciroppo di Roi Bois, limone e fragranza rosa canna), sono qualità delle materie prime, ingredienti home made, decorazioni d’impatto e basso tenore alcolico.

 

Rewrite The Stars, signature

All’ora dell’aperitivo, dalle 18 alle 22, insieme alla consumazione vengono proposti sei finger food serviti al tavolo in un piattino. Qualche esempio? Tartare, formaggi, riso e sushi.

CLICCA QUI PER VEDERE LA VIDEO INTERVISTA A LORENZO ALLEGRINI

Lorenzo Allegrini

“I nomi dei drink sono tutti legati alle canzoni o ai personaggi del musical”, chiarisce Lorenzo Allegrini. Che è alla prima esperienza come imprenditore, ma che fin da piccolo ha avuto le idee chiare sul suo futuro. “Da bambino aiutavo i miei nel bar di famiglia a Monopoli e già allora sognavo di gestire un locale tutto mio”, ricorda Allegrini. Cha ha le idee molto chiare sui prossimi obiettivi: “Questo format è replicabile facilmente. Non a caso la nostra intenzione è di aprire altri due altri locali Nuda e Cruda a Milano nel corso del 2020”. Tutti i giovedì sera, c’è la serata fluo, con drink e piatti fluo.

LEGGI ANCHE Al Bambù, alta cucina e cocktail a regola d’arte nel Labirinto

 

Nicole Cavazzuti
Giornalista freelance esperta di Food & Beverage, è la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, ha una rubrica settimanale sul quotidiano freepress Leggo (Drink and Club) e collabora con VanityFair.it e Il Messaggero.it. Scrive articoli, realizza video e foto ed è invitata spesso come giudice nei concorsi di bartending. Da novembre 2019 è la responsabile del magazine di ApeTime.

Seguici sui social

26,135FansMi piace
33,684FollowerSegui
117IscrittiIscriviti

SCARICA L'APP APETIME