Home Anteprima Lime Cordial Home Made, la ricetta di Giovanni Ceccarelli

Lime Cordial Home Made, la ricetta di Giovanni Ceccarelli

Lime Cordial Home Made. Ecco come si prepara

Giovanni Ceccarelli (clicca qui per leggere l’intero articolo), ideatore e coordinatore del progetto Cocktail Engineering, spiega come realizzare questo shrub/sherbet molto utilizzato al bar, ingrediente principe del Gimlet, celebre classico a base gin

Il Bramble di Vincenzo Tropea

 

LEGGI Dick Bradsell, la rinascita della miscelazione e il Bramble
Docente di Drink Factory
nei corsi di Miscelazione Avanzata e Preparazioni Home made, Giovanni Ceccarelli dal 2013 scrive di scienza e cocktail sulla rivista BarTales di Fabio Bacchi e dal 2016 è consulente per Vargros -seleziona spezie e altri ingredienti-.

Lime Cordial Home Made: preparazione

Dopo aver lavato e asciugato i lime, rimuovete la scorza con un pelapatate.
Rimuovete con un coltello a lama flessibile la parte bianca del lime (albedo).
Ogni 10 grammi di scorze di lime aggiungete 100 grammi di zucchero bianco. Pestate delicatamente le scorze nello zucchero. Questo è il primo passaggio per ottenere un Oleo Saccharum solido di lime.
Sigillate il composto ottenuto sottovuoto. Se non ne avete la possibilità utilizzate un barattolo a chiusura ermetica. Lasciate riposare: o 4h a T ambiente o 2h a 40°C (roner) o 12h-24h in frigo. Attenzione a non far diventare il lime marrone: puzza!
Trascorso il tempo necessario, sciogliete l’Oleo Saccharum solido, a freddo, nel succo di lime. Se non avete un agitatore magnetico, sciogliete tutto a bagnomaria. Il rapporto è 1:1, quindi 100 grammi di Oleo Saccharum solido e 100 grammi di succo di Lime.
Sciolto tutto lo zucchero, filtrate per rimuovere le scorze, imbottigliate ed etichettate. Per valutare la conservazione misurate grado zuccherino finale e pH. Conservate come indicato nel vostro manuale HACCP. Io lo faccio sempre in piccole quantità e lo smaltisco velocemente (24h) perché perde rapidamente sapore.

Chi è Giovanni Ceccarelli
Giovanni Ceccarelli è ideatore e coordinatore del progetto Cocktail Engineering e del blog. Per pagarsi gli studi universitari dal 2007 lavora come bartender in diversi locali tra Pesaro, Fano e la Riviera romagnola. Nel 2010 si laurea in Ingegneria Energetica ma presto capisce che quella non è la sua strada. Dal 2011 è docente di Drink Factory nei corsi di Miscelazione Avanzata e Preparazioni Home made e dal 2013 scrive di scienza e cocktail sulla rivista BarTales di Fabio Bacchi. Dal 2016, inoltre, è consulente per Vargros-seleziona spezie e altri ingredienti-.

Nicole Cavazzuti
Giornalista freelance esperta di Food & Beverage, è la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, ha una rubrica settimanale sul quotidiano freepress Leggo (Drink and Club) e collabora con VanityFair.it e Il Messaggero.it. Scrive articoli, realizza video e foto ed è invitata spesso come giudice nei concorsi di bartending. Da novembre 2019 è la responsabile del magazine di ApeTime.

Seguici sui social

26,112FansMi piace
33,684FollowerSegui
117IscrittiIscriviti

SCARICA L'APP APETIME