Home Anteprima La Milano da bere non è morta. Fase2, video

La Milano da bere non è morta. Fase2, video

La Milano da bere non è morta. Certo, ora soffre. Molto. Ma tutto sommato poteva stare peggio considerando il clima di paura, i pochi soldi e le tante regole da rispettare che scoraggiano i gestori. E che non sempre sono chiare.

“Le regole da seguire? Troppe. E a volte sconfinano nell’assurdo. Siamo sceriffi senza potere, a nostra volta controllati dalle forze dell’ordine”, osserva Francesco Bonazzi del Mag Café di Milano.

LEGGI IL NOSTRO MAGAZINE

Detto questo, da quando è stato possibile riaprire i bar nel capoluogo lombardo si respira un’atmosfera di rinascita. E nei locali con tavoli all’aperto i clienti non si sono fatti attendere. Al contrario.

LA MILANO DA BERE DEL FUTURO: LA PRENOTAZIONE
Tanto che da più parti si spinge per introdurre il sistema della prenotazione. Anche per un aperitivo a due.
Vedremo se i gestori saranno in grado di abituare ed educare i clienti. Che abbiamo intervistato, per raccontarvi la loro risposta. IL VIDEO

Nicole Cavazzuti
Giornalista freelance esperta di Food & Beverage, è la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, ha una rubrica settimanale sul quotidiano freepress Leggo (Drink and Club) e collabora con VanityFair.it e Il Messaggero.it. Scrive articoli, realizza video e foto ed è invitata spesso come giudice nei concorsi di bartending. Da novembre 2019 è la responsabile del magazine di ApeTime.

Seguici sui social

26,110FansMi piace
33,684FollowerSegui
117IscrittiIscriviti

SCARICA L'APP APETIME