Home Aziende Da Lavazza, Campari e Barilla, la generosità delle aziende contro il coronavirus

Da Lavazza, Campari e Barilla, la generosità delle aziende contro il coronavirus

In queste settimane di emergenza coronavirus si moltiplicano le donazioni, anche da parte delle aziende, per sostenere le istituzioni in prima linea sulla lotta al contagio.

Fra queste il Gruppo Lavazza, che ha stanziato dieci milioni di euro a progetti di sostegno a sanità, scuola e fasce deboli della Regione Piemonte. Un “segnale positivo e di impegno concreto – fa sapere l’azienda – nella convinzione che con il contributo congiunto e immediato di tutti si possa uscire dall’emergenza e consentire all’Italia di ripartire”.

Di questi dieci milioni, sei saranno destinati alla raccolta fondi #Iocisono Regione Piemonte – Sostegno emergenza Coronavirus, per l’acquisto di quanto necessario a sostenere le strutture sanitarie e il personale in prima linea. Altri 3 milioni di euro verranno devoluti alla Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi, scesa in campo per dotare gli ospedali di nuove apparecchiature e di materiale sanitario per le terapie intensive e i pronto soccorso. Un milione di euro verrà infine destinato a favore di vari enti e associazioni sul territorio piemontese, a sostegno delle fasce più deboli e disagiate della popolazione.

La scorsa settimana anche Campari aveva annunciato la decisione di donare 1 milione di euro all’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Fatebenefratelli Sacco di Milano, centro di eccellenza nazionale nello studio e nella cura delle malattie infettive ad alta diffusibilità e pericolosità e punto di riferimento per la gestione dei pazienti più critici affetti da Covid-19.

In questo caso la somma sarà destinata al finanziamento di una UO di Terapia Intensiva generale per ricoverare pazienti positivi critici e la dotazione di un impianto dotato di pressioni negative per 10 box di rianimazione.

“Ma non ci fermiamo qui – si legge in una nota del gruppo – e invitiamo tutti i Camparisti, i nostri clienti e i consumatori, che da sempre ci sono fedeli, a donare sul Conto Corrente dell’ASST Fatebenefratelli Sacco”.

Anche il Gruppo Barilla scende in campo per fronteggiare l’emergenza coronavirus con una donazione di due milioni di euro.

L’intervento consentirà al reparto di terapia intensiva dell’ospedale Maggiore Parma di aumentare la propria capacità a fronteggiare l’attuale emergenza causata dalla diffusione del Covid-19.

A queste aziende del food & beverage è probabile se ne aggiungeranno altre, seguendo l’esempio di brand di altri settori come quello della moda: da Armani a Prada, fino al gruppo francese Kering, sono numerose quelle che hanno stanziato fondi per aiutare la lotta al coronavirus.

LEGGI ANCHE:

Il registratore di cassa di attività chiuse a causa del coronavirus

Stefano Fossati
Redattore di Finanza Operativa, collaboratore del Magazine ApeTime e di Mixer Planet.

Seguici sui social

26,134FansMi piace
33,684FollowerSegui
117IscrittiIscriviti

SCARICA L'APP APETIME