Home Aziende Coronavirus, Bacardi converte la produzione: da rum a disinfettanti

Coronavirus, Bacardi converte la produzione: da rum a disinfettanti

Emergenza coronavirus, Bacardi converte parte della produzione della sua principale distilleria in Porto Rico: meno rum, più disinfettanti.

Nel momento in cui l’emergenza sanitaria legata al coronavirus si diffonde a livello globale, Bacardi converte parte della produzione della sua distilleria di Cataño, Porto Rico, dove viene prodotto oltre l’80% dei rum dell’azienda.

Grazie alla conversione temporanea di parte della produzione, potrà infatti essere fornito l’etanolo necessario per produrre i disinfettanti per le mani di cui c’è urgente bisogno a causa del Covid-19. Per questo la distilleria di Bacardi Corporation ha stretto una collaborazione con il produttore portoricano Olein Refinery.

Lo stabilimento fornirà infatti materie prime che consentiranno di realizzare oltre 1,7 milioni di unità di disinfettanti per le mani al 70% di alcol, conformi alle raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

La distribuzione, in contenitori da 10 once, oltre che ai dipendenti dello stesso gruppo Bacardi sarà indirizzata a organizzazioni no profit e forze dell’ordine.

Una lunga storia di responsabilità sociale

La responsabilità sociale, sottolineano in Bacardi, ha sempre fatto parte del Dna dell’azienda. Sin da quando, nel 1862, il fondatore Don Facundo Bacardi Massò guidò da volontario l’organizzazione dei soccorsi dopo un tremendo terremoto che colpì la sua città natale Santiago de Cuba. Da allora la tradizione non si è mai interrotta, fino alle donazioni in anni recenti per contribuire a fronteggiare le emergenze causate da uragani e terremoti in Stati Uniti e Messico o per sostenere organizzazioni umanitarie di numerosi paesi del mondo, Italia compresa.

Stefano Fossati
Redattore di Finanza Operativa, collaboratore del Magazine ApeTime e di Mixer Planet.

Seguici sui social

24,616FansMi piace
33,894FollowerSegui
117IscrittiIscriviti

SCARICA L'APP APETIME