Home Aziende Anche Campari converte parte della produzione per i gel igienizzanti

Anche Campari converte parte della produzione per i gel igienizzanti

Campari ha stretto un accordo con Intercos, azienda leader nello sviluppo e produzione di prodotti per la cosmetica, per la produzione di gel igienizzanti a base alcoolica, destinata agli operatori sanitari degli ospedali lombardi in prima linea nella lotta all’emergenza coronavirus.

L’alcol donato da Campari Group è stato trasformato e imbottigliato dallo stabilimento Cosmint del Gruppo Intercos, a Olgiate Comasco. La collaborazione porterà a una prima produzione di 15mila bottiglie di gel igienizzante per le mani. Campari e Intercos si faranno carico anche della logistica del prodotto finito, per far giungere il gel disinfettante laddove è più urgente il bisogno.

L’iniziativa di Campari segue quelle simili di alcuni concorrenti fra cui il gruppo Bacardi, che ha convertito parte della produzione di alcuni stabilimenti – fra cui quello Martini a Pessione – per la realizzazione di alcol destinato ai gel disinfettanti.

“Consapevoli del continuo bisogno di gel igienizzante negli ospedali e in tutti i presidi medici – spiega Bob Kunze-Concewitz, Ceo di Campari – abbiamo deciso di donare una quantità di alcool puro, originariamente destinato alle nostre produzioni, in quanto materia prima essenziale per questa tipologia di prodotti. Abbiamo quindi deciso di unire gli sforzi con Intercos Group, un’azienda leader mondiale nel proprio settore e come noi di origine lombarda, per la produzione e l’imbottigliamento del prodotto finito. Anche in questo modo, dopo aver contribuito con una donazione all’Asst Fatebenefratelli-Sacco di Milano, intendiamo testimoniare il nostro impegno nel contrastare l’epidemia dando supporto agli operatori sanitari del territorio lombardo, che sono in prima linea nell’assistenza dei malati di Covid-19”.

”Siamo felici di dare il nostro contributo sostenendo gli ospedali lombardi in questo momento di emergenza sanitaria”, commenta da parte sua Renato Semerari, Ceo di Intercos. “Il Gruppo Intercos è ormai da mesi in prima linea, prima nei suoi stabilimenti cinesi e oggi in quelli europei e americani, e conosce quindi bene l’importanza di sostenere le strutture sanitarie locali. Per questo motivo, siamo orgogliosi di mettere in campo le nostre formule e la nostra capacità produttiva e di unirci a Campari Group in questa iniziativa”.

Stefano Fossati
Redattore di Finanza Operativa, collaboratore del Magazine ApeTime e di Mixer Planet.

Seguici sui social

26,112FansMi piace
33,684FollowerSegui
117IscrittiIscriviti

SCARICA L'APP APETIME